ERP esteso, cuore pulsante dell’azienda digitale

Rossano Ziveri

Presidente di Formula Impresoft

Le nuove piattaforme di Enterprise Resource Planning si integrano con le tecnologie digitali, andando a coprire le esigenze di collaborazione, execution e governance delle aziende

Oggi qualsiasi impresa si trova a fare i conti con i processi di digitalizzazione del business e le soluzioni di Enterprise Resource Planning, nell’accezione più evoluta ed estesa del termine, si collocano al centro del cambiamento.


Cos’è la Digital Transformation

La Digital Transformation può essere definita come l’integrazione delle tecnologie informatiche all’interno di qualsiasi processo aziendale, con l’obiettivo di rivoluzionare il modo in cui un’organizzazione opera e fornisce valore ai propri clienti.

Oltre agli aspetti tecnici, la trasformazione digitale implica anche un profondo cambiamento culturale, perché richiede di intervenire sullo status quo, uscendo dalla zona di comfort dei vari ruoli, e introducendo nuovi modelli operativi all’interno dell’organizzazione.

Le aziende, insomma, devono essere pronte ad attivare una serie di cambiamenti tecnologici, culturali e organizzativi abilitati dal digitale. È una sfida importante, perché ogni processo dell’impresa deve essere innovato e al tempo stesso occorre gestire l’impatto del cambiamento sul patrimonio umano.

Nonostante la digitalizzazione segua percorsi calati sulle peculiarità aziendali, presenta alcuni elementi comuni. Ad esempio, il focus sulla customer experience, che mette il cliente al centro delle strategie; l’agilità operativa per recuperare flessibilità e concorrere nei nuovi scenari competitivi; lo smart working così da garantire la collaborazione anche a distanza.


I sistemi ERP al centro del cambiamento

I sistemi ERP rappresentano la chiave del cambiamento perché si trovano al centro dei processi aziendali. Si tratta di piattaforme di nuova concezione, che si differenziano dalle generazioni precedenti, perché integrate e potenziate dalle tecnologie digitali. Sono soluzioni aperte e flessibili, con caratteristiche innovative.

Ad esempio, presentano una struttura tipicamente cloud-based, garantiscono l’accessibilità a una forza lavoro distribuita, si connettono ai portali di ecommerce, sfruttano estensivamente gli analytics e le informazioni provenienti dall’Internet Of Things.

Il nuovo ERP “esteso” o “esponenziale”, come mi piace definirlo, non include soltanto la componente transazionale e l’analisi dello storico per una valutazione delle performance, ma presenta anche funzionalità collaborative, per semplificare i workflow e predittive per affinare le strategie future.

Partendo proprio da queste considerazioni, Impresoft Group ha progettato UniQa, una soluzione modulare, che include le tecnologie di collaborazione, gli strumenti di execution e le applicazioni di governance indispensabili per gestire correttamente tutti i processi delle aziende moderne.

Grazie al nostro approccio, i clienti potranno operare con maggiore flessibilità per supportare le iniziative di business, garantire un coinvolgimento continuo dei dipendenti grazie alle opportunità del digital workpspace, trasformare le infrastrutture rigide preesistenti in ecosistemi elastici grazie ai servizi cloud.


I tre livelli di UniQa, dalla collaboration alla governance

Tracciando una solution map concettuale, UniQa può essere rappresentata su tre livelli distinti: Corporate Resiliency, Execution, Governance.


Corporate Resiliency

Accessibile a tutti gli utenti aziendali, il layer alla base riunisce le soluzioni per la resilienza aziendale, che permettono di aumentare la capacità di risposta dell’azienda agli eventi critici e che hanno dimostrato la loro efficacia durante l’emergenza Covid-19. Il lockdown ha, infatti, evidenziato quanto sia importante per le aziende garantire la continuità operativa in qualsiasi contesto e circostanza; decisiva è stata, ad esempio, la capacità di garantire lo smart working in totale sicurezza rispetto all’accesso ai dati critici aziendali.


Execution

Al centro della piattaforma UniQa, al livello esecutivo, rimangono le tradizionali soluzioni di ERP e Customer Relationship Management per la gestione dei processi operativi. Proponiamo alcune tra le migliori piattaforme applicative internazionali integrate da tutte le funzionalità richieste dalle pratiche e consuetudini italiane, oltre che da un insieme di soluzioni specialistiche che arricchiscono ed estendono le soluzioni standard.


Governance

Allo strato superiore, sul piano della governance, si trovano infine gli strumenti di simulazione che vengono utilizzati dai C-Level per il controllo economico e finanziario, l’analisi delle performance e la valutazione di scenari alternativi al fine di migliorare i risultati aziendali.


Bilanciare sicurezza e agilità

Riassumendo, l’evoluzione dell’assetto organizzativo delle aziende e l’ulteriore pressione determinata dalla pandemia spingono verso l’adozione dello ERP esteso, accentuando il focus su alcuni temi. Ad esempio: la cyber security per la protezione dei dati aziendali in sistemi IT aperti; il digital workplace anche per aumentare la resilienza e la flessibilità dell’organizzazione; il cloud come piattaforma abilitante i nuovi ambienti di lavoro collaborativi; l’intelligenza artificiale per l’utilizzo delle informazioni anche in funzione predittiva.

Un’ultima nota che mi preme sottolineare è l’imprescindibilità della sicurezza informatica, soprattutto a fronte delle richieste sempre più pressanti del business per una maggiore agilità dei processi. Gli utenti devono poter accedere alla piattaforma sempre e ovunque, ma senza che i sistemi e le informazioni aziendali possano essere violati e compromessi. Aprire il sistema ERP alle funzionalità collaborative e alle nuove tecnologie digitali è un passo obbligatorio, ma bisogna sempre bilanciare la flessibilità con la necessaria solidità dei sistemi, garantendone i massimi livelli di protezione.