BLOG

Il nostro blog

Business intelligence software

Perché non puoi fare a meno di un software di Business Intelligence

Sempre più aziende si stanno dotando di un Business Intelligence software. Perché? Non si tratta di un trend passeggero, ma di un segnale di come nuove tecnologie come big data, device 4.0 e cloud possono migliorare concretamente le performance societarie.

Per riuscirci, queste innovazioni non devono viaggiare su binari separati bensì essere guidate da una regia comune, quella appunto di un programma di Business Intelligence (BI).

 

Cosa è un software di Business Intelligence

In estrema sintesi, possiamo definire una soluzione di BI come lo strumento che permette di ottenere informazioni dettagliate utili alla crescita d’impresa. Andando un po’ più nello specifico i business intelligence software sono utili per:

  • individuare opportunità di vendita,
  • generare lead,
  • segmentare i clienti attuali e potenziali,
  • effettuare analisi di mercato.

Come? Combinando database relazionali e modelli di dati multidimensionali con dati in tempo reale è possibile gestire enormi volumi di dati e approfondimenti per identificare le aree di crescita, i nuovi trend dei mercati di riferimento e “misurare” le chance di successo di nuovi prodotti e/o servizi che si intendono lanciare.

 

Cosa fa un software di Business Intelligence

Possiamo dire che questi programmi si “muovono” essenzialmente su tre dimensioni di analisi:

  • descrittiva,
  • predittiva,
  • prescrittiva.

All’analisi descrittiva spetta il compito di costruire indici di performance sulla base di dati storici, mentre quella predittiva consente di individuare le nuove tendenze di mercato. L’analisi prescrittiva è il risultato della somma delle prime due, perché è quella che suggerisce le azioni più adeguate sulla base dei dati raccolti nelle prime due fasi.

Insomma, la BI migliora il processo decisionale del management societario.

 

Software di Business Intelligence e decisioni Data-Driven

Intelligenza artificiale, macchine e algoritmi non potranno mai riprodurre il colpo di genio o l’intuizione visionaria dei manager e degli imprenditori che, in determinati momenti, prendono decisioni audaci che si rivelano vincenti. Ma possono fare qualcosa di altrettanto importante: suggerire decisioni supportate da dati verificabili. Il successo dell'approccio basato sui dati dipende quindi non tanto e non solo dalla quantità, ma piuttosto dalla qualità dei dati raccolti e dall'efficacia della loro analisi.

Dai dati al Data Driven con i software di Business Intelligence

La rivoluzione non è nei dati, ma nella loro interpretazione e inserimento in un modello gerarchico.

Ogni azienda, ogni giorno, produce (e riceve) volumi di dati enormi, milioni di numeri “grezzi”. Ecco perché il compito dei software di Business Intelligence non può essere solo quello di tradurre il dato in informazione, ma anche di dare un ordine e una gerarchia alle informazioni raccolte e analizzate.

Ecco perché questa è l’epoca delle Data Driven Decision.

 

Gli obiettivi dei software di Business Intelligence

Possono essere applicazioni autonome o come parte di una suite aziendale come ERP, CRM. Ma quello che conta è che le aziende utilizzano la business intelligence per raggiungere 4 obiettivi strategici principali:

  • raccogliere e misurare gli indici di performance (KPI),
  • identificare gli SWOT (punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce),
  • distribuire risorse aziendali nel modo più redditizio e conveniente,
  • generare insight e report per prendere decisioni rapide.

Un altro vantaggio del software di Business Intelligence è che sfrutta i big data e il cloud computing per semplificare l'analisi dei dati complessi e li trasforma in informazioni che aiutano le aziende.

Il reporting è un aspetto centrale della Business Intelligence e le dashboard sono lo strumento di BI per eccellenza, perché raccolgono automaticamente i dati disponibili in tabelle e diagrammi che offrono subito un'idea della situazione che si sta analizzando.

Applicazioni concrete dei software di Business Intelligence

Va sottolineato che queste soluzioni hanno applicazioni estremamente concrete. Grazie alla Business Intelligence si possono effettuare simulazioni di scenario per comprendere come si potrebbe aumentare la produttività aziendale valorizzando al meglio gli asset a disposizione. Ma non è solo uno strumento applicato ai processi interni, come un ERP tradizionale, bensì uno sguardo su tutti i mercati di riferimento che raccoglie e ordina dati a flusso continuo, offrendoci un aggiornamento in tempo reale di rischi e nuove opportunità potenziali.

E allora, forse, più che definire tecnicamente la Business Intelligence potremmo dire che nel mondo degli affari la fortuna non esiste ma, citando la regina dei media statunitensi, Oprah Winfrey, “Fortuna è la preparazione che incontra l’opportunità”.

New call-to-action

Topics: Business Intelligence